Profumo

Lo faccio tutte le mattine.
Ogni volta che sto per darmi il profumo, prima di uscire di casa, mi fermo un istante.
E in un nanosecondo mi tuffo nel passato. Alla ricerca di quel profumo.
Mi stordisce la forza e l’irruenza di quella sensazione, di quel ricordo, di quel sapore che ancora è così vivo nella mia memoria e nelle mie narici, nonostante non lo senta da ormai 12 anni.
Il profumo di mia mamma.
Che nessun negozio vende. L’ho cercato tanto. Per troppo tempo.
Per poi capire, solo dopo mesi di affannosa ricerca, che quel profumo non era un prodotto chimico di laboratorio.
Quel profumo era la pelle di mia mamma, l’essenza del suo essere mamma, l’essenza del suo Amore, del suo sorriso, del suo abbraccio.
Era LEI, quel profumo. Che poi sopra ci fosse anche uno spruzzo di qualcosa di chimico, ok, certo. Ma il chimico-e-basta NON e’ il suo profumo.

Ogni mattina, prima di darmi il profumo, mi domando quale sia quello che i miei bimbi preferiscono. Mi domando che sapore avrò io per loro. Mi domando quale essenza di me gli rimanga nelle narici. Con quale sensazione mi pensino, mi sognino, mi percepiscano.
Mi domando che odore respirino quando mi si accoccolano in braccio mentre ci rilassiamo leggendo un libro sul divano o guardiamo Il Re Leone, mi domando cosa annusino quando la mattina si svegliano e li prendo in braccio dai loro lettini.

Mi domando se gli sto entrando dentro tanto quanto è dentro di me la loro nonna.
Mi domando se un profumo susciterà sempre in loro, per tutta la loro vita, quello che suscita in me.
Mi stupisco di quanto profonda ed indelebile sia l’impronta che lascia dentro di te una madre. A distanza di anni, per tutta la vita.
Mi spavento a pensare a tutto questo.
Ma mi riprometto ogni mattina con sempre più forza che devo solo cercare di fare il meglio che posso, sempre. Che posso solo amarli con tutto l’amore che ho dentro. Che ho il dovere di circondarli di equilibrio, serenità, protezione, sicurezza.
E fargli annusare il profumo della loro mamma, la pelle della loro mamma dieci, cento, mille volte al giorno, circondandoli con il mio abbraccio in ogni momento di sconforto e di gioia, di divertimento o di paura.
Perché sappiano sempre, anche quando non ci sarò più, che sarò sempre dentro di loro, accanto a loro, insieme a loro. A circondarli con il mio infinito abbraccio.
Sempre.

20130204-215939.jpg

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...